Ambiente e sicurezza / News

DISPOSIZIONI CORONAVIRUS E SICUREZZA LAVORO

Vista l’emergenza coronavirus e la necessità di attuare idonee misure di prevenzione, pur continuando l’esercizio di attività produttive, si ritiene di dover indicare a tutti i datori di lavoro l’obbligo di informare, in base all’Ordinanza Contingibile Urgente n. 1 del Ministero della Salute del 23 febbraio 2020, tutti dipendenti delle seguenti misure da adottare:

  1. Verificare se in azienda sono presenti individui che hanno fatto ingresso nel Veneto da zone a rischio epidemiologico come identificate dall’Organizzazione Mondiale della Sanità e comunicare tale circostanza, congiuntamente con il lavoratore, al Dipartimento di Prevenzione dell’Azienda sanitaria competente per territorio per l’adozione della misura di permanenza domiciliare fiduciaria con sorveglianza attiva;
  2. Lavarsi spesso le mani: a tal proposito si raccomanda di mettere a disposizione in tutti i locali pubblici, palestre, supermercati, farmacie e altri luoghi di aggregazione soluzioni idroalcoliche per il lavaggio delle mani;
  3. Evitare il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute;
  4. Non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani;
  5. Coprirsi bocca e naso se si starnutisce o tossisce;
  6. Non prendere farmaci antivirali né antibiotici, a meno che siano prescritti dal medico;
  7. Pulire le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol;
  8. Usare la mascherina solo si sospetta di essere malato o si assiste persone malate;
  9. Considerare che i prodotti Made in China e i pacchi ricevuti dalla Cina non sono pericolosi;
  10. Evitare, per quanto possibile tutti i contatti ravvicinati;
  11. Ricordare che i lavoratori che presentino evidenti condizioni sintomatiche ascrivibili a patologie respiratorie, fra cui rientra il Coronavirus COVID 19, possono contattare il numero 1500, il proprio medico di base e le ASL di riferimento ovvero, solo in caso di reale urgenza, il numero 112 e che si devono evitare accessi impropri al pronto soccorso.

Si consiglia di predisporre il documento:

–          Compilando/sottoscrivendo le parti evidenziate in giallo

–          Consegnando ai lavoratori l’informativa contenuta nell’Allegato 1

–          Consegnando ai lavoratori l’Allegato 2 (SOLO qualora rientranti nelle zone identificate come “scenario 3 o 4”)

Alleghiamo inoltre un Modello di Valutazione del Rischio Biologico da compilare a cura del Datore Di Lavoro.

SI PRECISA CHE ATTUALMENTE LA PROVINCIA DI TREVISO RIENTRA NELLO SCENARIO 2 – MEDIA PROBABILITA’ DI DIFFUSIONE DEL CONTAGIO. E’ necessario verificare/aggiornare lo “scenario” di appartenenza in base alla collocazione geografica della Ditta (rif. Pag. 8 DVR Biologico)

Condividi